La tua azienda, la tua attività, non fattura più come vorresti e vuoi risolvere il problema? Parliamone, senza impegno.

Operare al di fuori di un processo di pianificazione di marketing strategico è come navigare senza bussola. Preparare i bagagli per partire e non conoscere la destinazione.

Capita dopo qualche anno che si è avviata un’impresa di avere la sensazione che le cose non vadano più bene come prima. Si arranca, si fa fatica a tenerla su, a stare al passo con le tasse, pagamenti ai fornitori e dipendenti. Ti posso assicurare che è un problema comune per tutti, anche quando non si dovevano combattere le problematiche attinenti alla pandemia.

Insieme possiamo:

Verificare lo stato attuale del tuo business, e dopo aver studiato una strategia per risolvere i problemi potremo confrontarci una o due volte a settimana. Rispondere alle tue domande. Fare chiarezza sui tuoi dubbi. Faremo tutto quello che è necessario gomito a gomito.

Questo significa valutare e misurare i punti cardini, le fondamenta su cui è posta la tua attività. Mettere in luce i punti negativi da risolvere. Renderla più veloce e performante. Alleggerirla da quella zavorra inutile che ne intralcia la crescita.

Oppure:

Ricerche di mercato attraverso i micro dati che gli utenti lasciano in rete dalle ricerche su google. Da questo è possibile definire i trend di mercato. Conoscere dati e caratteristiche del tuo potenziale cliente. Sapere se c’è domanda per una nicchia, per un eventuale prodotto o servizio da lanciare sul mercato evitando di perdere denaro in investimenti errati.

Succede che quando si avvia una nuova attività il pensiero primario di un imprenditore è dover far fronte alle spese iniziali per rimettersi in pari e vivere, di conseguenza l’unico fattore su cui si pone l’attenzione è il fatturato giornaliero. Questa però è un’abitudine che non si ha solo quando l’attività ci da soddisfazioni ma anche quando non va più bene.

La genesi del problema.

Facendo un esempio pratico, avviare un’azienda, un’attività, un business, è come comprare una macchina nuova. Tu non sai cosa c’è sotto il cofano e non te ne importa nulla finché la tua auto cammina tranquillamente.

Ma quando si ferma? 

Accade che inizia ad avere problemi, le prestazioni si abbassano e non è più affidabile.

 

Una valutazione tecnica va ad esplorare il vostro business nei punti cardini sul quale avete impostato la vostra attività. A volte basta solo cambiare quache elemento per sbloccare e far rendere al massimo il vostro potenziale.

 

Il grande errore sta nel volgere l’attenzione solo sul nostro business senza mai guardare cosa succede al di fuori di esso. Senza mai guardarsi intorno. A come cambia il mercato. Cosa fa la concorrenza. Come innovano. Che strategie adottano. Alla lunga queste variabili finiranno per aggredire l’ecosistema obsoleto della nostra attività inducendola a una flessione negativa. Però voglio consolarti: non sei il solo, o la sola, è un modo di fare comune di tanti. 

 

Secondo una stima del 2020, attività commerciali, piccole e medie aziende e anche “grandi” aziende ancora non si sono digitalizzate e convertite a un tipo di business misurabile con strumenti utilizzati ormai dalla stragrande maggioranza dei mercati internazionali. Lo smart working che da noi è diventata una novità per via della pandemia in altre nazioni esiste da 20 anni.

 

Obiettivi target.

Un consulente di Marketing Strategico come primo approccio ha bisogno di sapere quali sono le problematiche che il cliente sta affrontando o se ve ne sono altre. Individuarle attraverso una serie di test e matrici per valutare punti di forza, debolezze, minacce esterne e interne della vostra azienda, attività o business, e capire se è necessaria una pianificazione a lungo termine attraverso il marketing strategico o a breve termine attraverso la sola azione di marketing operativo. 

 Un piano di marketing dev’essere fatto tenendo in considerazione ogni angolo di attacco. E’ importante adottare strategie mirate e ottenere risultati ottimali per quanto riguarda le campagne pubblicitarie online che verranno impostate una volta acquisiti i dati e profilati i clienti target. Talvolta invece basta solo analizzare e modificare gli assetti per raggiungere risultati ottimali. Non c’è un’unica soluzione per tutti, sono le diverse condizioni di ognuna a diversificarla dalle altre.

 

Il successo di un’azienda e’: 80% Strategia, 20% Tecnica.

Ogni azienda o piccola attività ha una propria linea di pensiero riguardo alle politiche decisionali e manageriali della stessa, ma ve ne sono diverse che le accomuna quasi tutte. Ossia: vendere il prodotto invece che cercare di comprendere e soddisfare i reali bisogni del cliente.

 

Cercare di realizzare un profitto su ogni singola transazione piuttostro che puntare ad accrescere la fidelizzazione della clientela nel lungo periodo (Life Time Value). Dare importanza all’acquisizione di nuovi clienti piuttosto che curare il mantenimento di quelli acquisiti. Ritenere che marketing e fatturato siano la stessa cosa.

Conclusioni.

Crediamo fortemente nella pianificazione strategica e nei risultati eccellenti che ha portato e può portare ad ogni impresa, anche di dimensioni modeste e dalle risorse limitate, ma sappiamo anche che non è un tema centrale nelle attività della stragrande maggioranza degli imprenditori. Noi facciamo solo in modo che le persone che ci contattano guardino le cose da un punto di vista differente, che può esserci un altro modo di vedere, di pensare, di fare business. 

 

Socrate diceva: “Io non insegno niente a nessuno, faccio solo in modo che pensino.” 

Scrivimi se hai problemi o perplessità. Raccontami della tua situazione, e se posso darti un parere o un consiglio tecnico senza il bisogno di avere dei dati a riguardo lo farò volentieri.

Se ritieni che il problema possa riguardarti o che in qualche modo ti abbia solo incuriosito e vuoi saperne di più puoi contattarmi senza impegno alcuno, sia telefonicamente al 342 93 21 883, sia compilando il form nella sezione contatti e accordarci eventualmente per una call su Skype.

“Le aziende prestano troppa attenzione al costo delle loro attività di marketing, esse dovrebbero essere più preoccupate di quanto gli costa il non fare nulla. Ci sono due tipi di aziende: quelle che cambiano e quelle che scompaiono.”

 

Philip Kotler 

 

Padre del marketing moderno.